Palazzo Silvani

Monday, May 05, 2008

UDIENZA DIBATTIMENTALE DEL 5 MAGGIO 2008
(richiesta del Pubblico Ministero,Avvocato dello Stato e parti civili)

Verso le 9,30 il Giudice dopo l'appello ha dato la parola al pubblico Ministero.
Questi ha ringraziato per il lavoro svolto la Guardia di Finanza e il Signor Giudice che,
è riuscito a portare a termine un processo che altrimenti come tanti altri sarebbe stato
completamente prescritto. Il Pubblico Ministero titolare ha elencato a ritroso gli imputati cominciando dalle pene esigue.I primi otto imputati sono stati condannati a un anno o poco piu' e se possono beneficiare dell'indulto,pena prescritta,e cosi' via tre anni,quattro poi io quattro e sette mesi poi cinque e infine sette anni per i tre responsabili.
Il criterio fa un po dubitare anche perchè è rimasto quello di quattordici anni fa.
Dalle registrazioni a cronologico se al giorno erano 19 tutto bene se superiori a 20
tutti falsi. Ma chi l'ha detto? Quindi in base a queste risultanze e somme sono state criteriate
le pene.


L'Avvocato dello Stato pur definendoci complici consapevoli e vittime di un sistema già in
essere e che non ci avantaggiava ha messo in risalto l'importanza del mio interrogatorio (22 febbraio) dove ho dato tutto me stesso per far capire al Giudice che non ero e non sono un delinquente. L'Avvocato dello Stato quindi pur usando il bastone e la carota ha fatto capire come stavano le cose e inaspettatamente ha riconosciuto la nostra operosità e onesta'. Poi si è meravigliato che i responsabili coinvolti fossero solo in tre e, stupito, ha chiesto come mai al PM che non c'era.

Mentre due Avvocati di alcuni comuni della provincia (che spero presto di poter elencare) non solo hanno chiesto la conferma delle pene ma anche di riconoscerci responsabili del danno causato e una provvisionale. Questi comuni che avrebbero potuto accettare una transazione non l'hanno fatto. Quindi io ritengo che questo sia un accanimento nei confronti di singoli individui lavoratori e non contro eventualmente una struttura bancaria.
Responsabilità solidale? Chi sbaglia paga.....mi pare che da noi sia tutt'altro che cosi'.

Lo sgomento è d'obbligo credo nel nostro paese dove continuamente siamo potragonisti di fatti delittuosi (veri) e troppo spesso finisce tutto nel nulla tranne per la vittima e i suoi familiari. Quale senso dello Stato....quale!!!!!!