Palazzo Silvani

Friday, February 22, 2008

UDIENZA DEL 22 FEBBRAIO 2008 MY DAY

E' incredibile sono felice per essere riuscito dopo tredici anni a parlare con un Giudice della Repubblica.
Finita l'audizione del mio diretto responsabile e di un mio collega è stato il mio turno.Una breve pausa e al pomeriggio è toccato come da programma a me.
Sono riuscito a raccontare alcune verità ancora sconosciute e che finalmente hanno visto la luce.Errori ne ho fatti anch'io nessuno lo nega e mai ho voluto negare,tuttavia ho ribadito al Signor Giudice che ho sempre obbedito agli ordini superiori,che ero un dipendente che se ne dica e pensavo di essere circondato da persone sane.Ho fatto dei nomi pubblicamente i responsabili il re dei re.
Quello che la stessa Polizia Giudiziaria a suo tempo tento' di fare.Ho raccontato l'idea che mi sono fatto in questi anni, il mobbing che non era necessario perpetrare .
Una banca come la mia poteva comportarsi bene verso i propri dipendenti cioè tutti non fermarsi ad alcuni.I sindacati che si sono limitati a dire che il caso fù gestito malissimo invece di essere sostenuto con dei fatti e non permettere violazioni.I giornali non riportano nulla malgrado ci sia un'agenzia, che riporta sempre le solite cose,si deve leggere il verbale d'udienza.
Se ho ricevuto i complimenti da tutti e dalla stessa Guardia di Finanza ci sarà un motivo. Ne riparliamo il 3 marzo.