Palazzo Silvani

Monday, February 11, 2008


IL GALLO DEL SALONE
Il salone era piuttosto capiente ma durante le scadenze si riempiva di molti contribuenti .Oltre ai cassieri d'emergenza,c'erano quelli fissi e in particolare uno alto,con una notevole voce.Conosceva molte persone e scambiava volentieri quando poteva,quattro chiacchere o una battuta.Pareva allungasse il collo,oltre il vetro e puntava spesso il dito.Ricordo la sua voce importante che in piu' di una occasione richiamava l'attenzione quando qualcuno si sentiva poco bene e faceva accorrere i commessi con una sedia ecc.Beh per me è un bel ricordo.